Valutazione gioielli

Ieri ho festeggiato con mia moglie i primi cinque anni di matrimonio. E’ stato un momento bellissimo, lei era felice e io non mi sentivo così sereno da tempo. Non è facile tirare avanti. Abbiamo un figlio piccolo, 3 anni, e questo comporta mille spese. Noi siamo entrambi precari della scuola: tante ore in classe, posti lontano da casa e lo stipendio che a fine mese non basta mai, temevo sul serio di non poter festeggiare e dovermi limitare ancora una volta ad una cena in casa. Negli ultimi anni è andata così. Lei avrebbe sicuramente apprezzato, ma ci tenevo davvero a portarla fuori a cena e a dedicarle una serata speciale.
Invece qualche tempo fa un mio collega mi ha parlato dei Compro Oro e di come, vendendo loro alcuni gioielli che aveva ereditato, si era pagato un bel viaggio in Spagna. Mi sono incuriosito. Certo noi non abbiamo chissà che tesori nascosti in fondo ai cassetti, ma qualcosa, tra i regali di matrimonio e i cimeli della mia prima comunione, forse potevo raccattare.

oro rotto, oro usato, compro oroConfesso di non saper nulla della compravendita di gioielli, men che meno di come vendere gioielli usati. Io insegno lettere, figurarsi cosa posso capire di valutazioni e quotazioni. Però il web lo conosco bene, per passione, e come faccio sempre ho deciso di informarmi online. 
Innanzi tutto ho controllato se la cosa davvero fosse fattibile e conveniente. In effetti di informazioni sulla quotazione dei preziosi se ne trovano molte in rete. Ci sono siti che la monitorano costantemente, ma continuavano a sembrarmi numeri freddi e non riuscivo a capire se avrei ricavato il necessario. 
Ho quindi cercato un negozio vicino casa. Tra gli orari di lavoro, il bambino, e il fatto che volevo fare una sorpresa, non avevo molto tempo per girare per le vie alla ricerca del posto ideale.
Ho individuato ben quattro Compro Oro e argento: due nelle vicinanze della scuola in cui insegno e altri due non molto lontani dalla zona residenziale in cui abitiamo. Tutti avevano un sito internet, ma chi non lo ha ormai. Quello che mi ha portato a sceglierne uno in particolare è stata l’estrema chiarezza delle informazioni: non solo mi veniva spiegato passo passo come si sarebbe svolta la transazione, ma era anche molto facile determinare con una buona precisione quanto avrei guadagnato attraverso un calcolatore automatico presente in bella mostra sulla pagina. 
A quel punto ero quasi elettrizzato: sono corso in camera, ho scelto alcuni dei gioielli e li ho esaminati alla ricerca di siti internet che ne determinassero il valore, li ho soppesati e ho provato a inserire i dati a mia disposizione. Beh, vedere scritta sullo schermo una cifra del genere mi ha quasi turbato. Non molto, ma quanto bastava per la nostra serata! E chi si immaginava di avere un valore del genere in casa! 
L’arrivo improvviso di mia moglie, che mi ha costretto a spegnere il pc e rimandare all’indomani la cosa, ha quasi mandato il piano all’aria, ma mi ha permesso di scoprire una incredibile opportunità che nella foga del momento mi ero perso: il blocco della quotazione online. 
Il giorno successivo, infatti, ripetendo i passaggi effettuati in precedenza, avevo dovuto constatare con rammarico che la stessa mercanzia veniva ora valutata molto meno! Ad un passo dall’abbandonare tutto ho scoperto che potevo assicurarmi un guadagno più alto bloccando online la valutazione quando si fosse giunti alla quotazione massima. Per fortuna non avevo fretta e attendere qualche giorno mi ha ripagato! Ho controllato ogni sera i listini, fino a che il prezzo mi è sembrato ragionevole, dopodiché ho bloccato il valore. 
Poi, con tutta calma, mi sono recato in negozio, ho portato con me i gioielli, un documento di identità e il codice fiscale. Il commerciante ha minuziosamente controllato i monili, mi ha chiesto informazioni sulla loro provenienza, li ha pesati e mi ha proposto una valutazione corrispondente a quella online. Ovviamente ho accettato, rincuorato anche dalla evidente professionalità e competenza e dalla possibilità di esercitare il recesso entro dieci giorni. Io non sono uno da decisioni avventate e l’idea di avere una rete di salvataggio mi piace. 
Mi sono fatto registrare, ho assistito alla stesura dell’inventario dei gioielli che avevo consegnato e sono uscito di lì con il denaro in contanti. 

regali,gioielliDa quel momento è stato tutto un organizzare, cercare il ristorante adatto e creare l’atmosfera. Sembravo un ragazzino al primo amore, libero com’ero dalla preoccupazione di aver gravato sul bilancio familiare per una cosa forse un po’ futile. Ma devo ammettere che ne è valsa davvero la pena, soprattutto durante la cena mentre gli occhi di mia moglie brillavano di gioia.
Valutazione gioielliultima modifica: 2013-09-12T16:33:51+00:00da paperella55
Reposta per primo quest’articolo